Pubblicato da: Andrea | 16 dicembre 2010

Vorrei dirti molte cose, due parole almeno, un soffio.

Vorrei dirti molte cose, due parole almeno, un soffio, qualche frase strappata a pensieri scritti da altri che ogni volta che li leggo sembrano appartenermi in maniera tanto devastante. Vorrei parlarti ora, in questo momento in cui so che sei tra le sue braccia, che osservi il suo respiro lento sollevargli il petto, mentre lo ascolti sussurrare le dolcezze che prima appartenevano alla mia bocca, quand’eravamo io e te a dividerci il medesimo cuscino e l’aria della stessa stanza. Vorrei far finta che ogni volta che questo succede, ogni volta che ti penso con lui, nella mia testa non accada nulla di più che una presa di coscienza di un fatto banale, un dettaglio semplice della tua esistenza lontana, non differente da tutti gli altri che caratterizzano i tuoi gesti in assenza di me. Vorrei che si verificasse proprio questo, in modo da rendermi tutto più semplice, uno scorrere liscio di situazioni che fanno parte di un mondo a me estraneo, intangibile. Ma non posso, non ce la faccio, e più cerco di convincermi di poter continuare a fingere indifferenza, più le cose mi stringono il petto facendomi esplodere il cuore.
Ho provato ad essere per te quello che mi chiedevi: un amico, un confidente, una persona vicina che potessi trovare in tutti i tuoi istanti di egoistico bisogno. Ma non è così che deve funzionare il nostro rapporto, fatto di incontri fugaci e devastanti, dove a fatica tentiamo goffamente di rimanere distanti, e senza che nessuno di noi lo voglia veramente. Senza che ce ne sia un reale bisogno, se non quella persona tra noi che in realtà hai deciso debba rivestire un ruolo più importante del mio.
Non possono essere gli abbracci di un’ora la consolazione del nostro naufragio di sentimenti. Non può essere la passione nascosta al mondo, consumata nei momenti che la tua incomprensibile nostalgia ci regala, la sola cosa che lega i nostri occhi quando ci guardiamo per minuti interminabili, senza pronunciare nemmeno un sospiro per evitare di ricordarci improvvisamente dell’errore che stiamo commettendo ad essere ancora tanto legati nonostante sia cambiato tutto.
Vorrei che il dolore cancellasse la gioia di starti accanto, per rendere più facile questa mia separazione. Alzarmi un giorno e dimenticare il tuo volto, la tua voce, il modo gentile ed improvviso che hai di accarezzarmi la pelle nei punti in cui sai che provo più piacere. Ricerco questa cosa con tutte le mie forze. Vorrei imparare a desiderare altri volti ed altre braccia, impormi come hai fatto tu che non ci debba essere un sentimento dietro al contatto tra due corpi. Eppure non c’è stato gesto compiuto da me che non fosse nato o sia stato realizzato per te, per te soltanto, per l’affetto che provo e che non riesco a scacciare in alcun modo.
Io non so tu a che cosa pensi quando siamo assieme, non so se confondi le mie labbra con le sue, se nella tua mente esistono due persone sovrapposte che al medesimo modo riescono a darti quello che cerchi. So solo quello che provo io, l’angoscia di doverti perdere appena terminati quei secondi che trascorriamo vicini, esattamente come un tempo, quando eravamo soli nel silenzio di un lenzuolo caldo che timidamente avvolgeva il nostro legame.
A volte vorrei frapporre migliaia di chilometri tra il mio sorriso ed il tuo, e lasciare che questa lontananza sia la mia consolazione, il mezzo con cui perderti senza soffrire. Io, che non ho la forza di dirti addio, nè al tempo stesso la possibilità di non farlo per ritrovare la mia serenità strappata.
Quando piango in silenzio e ripenso a noi in realtà sono solo un bambino fragile. Ho paura che questo tempo speso a non dimenticarti non sia nulla di più che un regalo che faccio alla tua felicità rubata alla gentilezza, quell’aspetto di me che ti avevo così impulsivamente donato e che ti sei preso senza mai comprendere cosa significasse veramente.

Annunci

Responses

  1. Wow.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: