Pubblicato da: Andrea | 15 gennaio 2010

E mentre guardavamo apparire il giorno.

“E mentre guardavamo apparire il giorno, mentre, tra le imposte semichiuse, la luce ci invadeva gli occhi e la stanza e tu strizzavi le palpebre per non lasciarti sopraffare, ho realizzato all’improvviso che nulla può essere per sempre, che la natura ha cicli da rispettare, ha mutazioni insolite e necessarie, ha separazioni dolorose, antiche morti e nuove vite. Allora ho capito che quello non era che un ulteriore giorno verso la fine, e che prima o poi sarebbe venuto un tramonto senza che nessuna alba lo seguisse, e ci sarebbe stata necessariamente una giornata senza sole, forse domani o tra mille anni, forse nel momento più inaspettato, ma sarebbe arrivata come arriva la notte.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: