Pubblicato da: Andrea | 24 marzo 2009

Nelle passeggiate, nei paesaggi.

Mi persi, e tu sorridi.
“Verrò a cercarti tra i dilemmi di campagna e sarà come incontrarti
per la prima volta in assoluto.”

Allora vieni: cercami tra le spighe di grano
e le formiche raggruppate che assaltano
la merenda dell’uomo in fuga,
cercami tra le monete affossate sotterrate
dai bambini nei loro giochi incompleti
che vorrebbero assomigliare all’amore –
cercami tra le pietre e le zanzare,
tra le vipere che banchettano negli orti,
sotto i solchi della zappa dove lacrima un fiume:
bagna la tua terra e sorprendimi
mentre m’affaccio al nostro mondo.

Trovami la strada di casa, non lasciarla mai sbrogliare:
camminiamo sopra le bici col cestello incerottato
a perdere fiato per chi arriva prima,
improvvisamente sopravvissuti
a quella decadenza, a quello sfumare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: