Pubblicato da: Andrea | 17 ottobre 2008

Sangue.

Le zanzare sono sempre più grandi e voraci. Ce n’è una che mi fa compagnia ogni notte, la sento ronzare nella stanza e avvicinarsi al mio orecchio, proprio prima che il sonno sopraggiunga. È il vecchio gioco del gatto col topo. La ascolto a luci spente mentre mi svolazza accanto al viso, aspetto che si posi. Poi accendo la luce e la trovo appollaiata sul muro, in attesa. Un colpo di ciabatta, ed una passata con un fazzoletto per pulire il sangue spiaccicato. Chissà a chi è appartenuto prima di finire nello stomaco dell’insetto.

E mi gratto continuamente, perchè la stronza è riuscita comunque a pungermi. Allora forse il sangue era mio. Era mio e di mille altri, tutto mescolato. Ogni notte è diventata questo: un prurito continuo. Bozzi sulla pelle che poi si fanno rossi al mattino. Forse la colpa è del caldo, se tutte queste succhiasangue sono ancora in giro.

Oggi mi sono arrivate delle foto che ho fatto stampare. Tutte belle, anche se un po’ scure. Sto in questa fase un po’ così: immagini scure, bianco e nero, forte contrasto. Mi piace questa decadenza che scurisce i volti delle persone. Mi piace l’effetto bruciato, il buio che sbiadisce i contorni, le ombre e le luci sulla pelle. Mi piacciono le sfumature, ma quelle sfumature in scala di grigio che separano il bianco dal nero.
Mi avevano proposto di partecipare ad un’esposizione collettiva. Ho rifiutato perchè non faccio in tempo a preparare le immagini. Poi non so nemmeno che immagini preparare. Paesaggi? Foto di strada? Autoritratti? Cosa piace alla gente, non lo capisco. Qualcuno commenta le mie foto, ma vai a capire se lo fa perchè gli piacciono davvero oppure perchè ci capisce ancora meno di me. Comunque peccato, mi sarebbe piaciuto esporre. Sarà per un’altra volta, grazie e arrivederci.

Mi dicono che sono più simpatico delle cose che scrivo. Che sulla carta appaio troppo serioso, ma poi a conoscermi sono spiritoso. Probabilmente è vero. Certe volte mi sto sulle palle persino io. Sono noioso, e questo è quanto. O magari non lo sono, ma questo è ciò che appare. Non lo so, non mi interessa. Sono così punto e basta. Vado avanti per la mia strada e continuo a scrivere nello stesso modo. A me piace, anche ad altri piace. E allora.

Una volta che sei dentro alle cose non puoi più tirarti indietro.

Annunci

Responses

  1. Ti rivelerò un segreto… però devi promettere di non proferire parola ad anima viva (o morta che sia)… perciò shhh!!

    … ebbene … si chiama Raid, ed è il tuo passaporto verso la salvezza.

    Lo attacchi, se a spina, o lo spruzzi, se a spray. Nel giro di 5 minuti potrai dormire serenamente senza ronzii fastidiosi nel momento in cui la fase REM sta per sopraggiungere ;)!

    P.S.
    Maccheddici che sulla carta appari serio anziché simpatico? Ti pare che se mi sembrassi serio t’avrei scritto? Rifletti!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: