Pubblicato da: Andrea | 22 settembre 2008

Queste finestre illuminate

Queste finestre illuminate sono occhi
spalancati sulla città silenziosa.

Ho messo del ghiaccio nella ciminiera per fermare la fusione:
non esplodiamo.

Abbiamo perso la mano, ci teneva incollati,
sarà caduta nella neve tra gli occhi di cane,
le teste mozzate del serial killer degli orti
o i morti già sepolti dimenticati nel quartiere.

Abbiamo perso persino lei, la neve.

Non che ci servisse a molto, se tutto si scioglie
a causa delle finestre illuminate.

Annunci

Responses

  1. è stupenda… davvero stupenda..
    me la immagino cantata in una canzone.
    BRAVO

  2. Ciao!
    Sono capitato per caso sul tuo blog… molto ben fatto, complimenti!
    Ti va uno scambio link?
    Io ne ho due: film (www.foscodelnero.blogspot.com) e libri (www.libriromanzi.blogspot.com).
    Fammi sapere (magari da me, così leggo subito)! 🙂

    Fosco Del Nero

  3. Neve e sangue, candore e macchie, questa tua composizione è piena di contrapposizione. E quelle finestre illuminate come occhi… sembra che si stia per consumare qualcosa di tremendo nel silenzio più assoluto.
    Dura da accettare, ma suggestiva. Molto.
    un abbraccio
    Ady


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: