Pubblicato da: Andrea | 11 febbraio 2008

Riemergere

Chiudere i libri e ricominciare ad uscire è come tornare dopo un viaggio lontano. Ti accorgi che tutti intorno a te hanno comunque vissuto la propria vita, hanno fatto cose e visto gente, mandato avanti faccende personali, telefonato, incontrato, sorriso ad altri sorrisi. Il tutto mentre tu eri isolato nel tuo mondo, chino sulla tua scrivania, una penna in mano ed un foglio protocollo davanti, a far di conto solo per scoprire, alla fine, di aver sbagliato tutto e di dover ricominciare da capo.
La vita è continuata, seppure per un breve lasso di tempo, ed ogni cosa ti sembra così diversa e nuova. La guardi con gli occhi di un bambino, di chi scopre per la prima volta quanto può essere divertente una passeggiata in centro città a guardare le vetrine.
È così che più o meno ho passato le ultime settimane della mia vita: impegnato intellettualmente su materie spesso poco interessanti, rinchiuso in casa con lo sguardo perso al sole delle belle giornate che questo Febbraio ci sta regalando. La mente un po’ distratta, come sempre; gli occhi stanchi che si chiudono tra parole indecifrabili; il cervello che esplode nell’inutile tentativo di ricordare migliaia di nozioni, e di doverlo fare in pochissime ore.
Ma oggi sono qui, finalmente, a (ri)scrivere sul blog.
Libero – almeno per un poco – dalla pressione di esami universitari.
Entusiasta per aver visto i miei sforzi premiati.
Stufo di non aver ancora raggiunto il traguardo. Che ormai appare così vicino, giusto qualche ostacolo più in là, sperando di non inciampare proprio adesso.
Oggi torno nel mondo dei vivi, esco dalla mia palude, riemergo col fango sugli occhi che laverò piano piano nei momenti di relax. E riscopro le piccole cose: ascoltare il cd che mi piace tanto, guardare programmi cazzuti alla tv, mangiare senza fretta, andare al cinema a vedere film di mostri ed esplosioni.

Mi piace, cavolo: mi piace davvero.

Tag: , , , , , ,

Annunci

Responses

  1. esagerato su…in fondo è solo una sessione d’esami, mica il vietnam

  2. Non lo diresti, dopo 500 pagine di formule di meccanica quantistica e 150 pagine di calcoli studiati in 3 giorni 🙂

  3. Io ci aggiungerei le mie pagine di letteratura tedesca e 1000 anni di storia dell’arte medievale. Che oggi ho chiuso definitivamente, e anche per me, mancano ormai solo pochi ostacoli!
    Che tristezza vedere che mentre il mondo gira, tu sei lì fermo, davanti a un tavolo, in una dimensione immobile e parallela. Ti capisco tantissimo…
    …ora è il momento del meritato riposo 🙂
    un abbraccio!
    Ady
    PS: bentornato 😉


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: