Pubblicato da: Andrea | 16 ottobre 2007

Disney e la matematica

Ieri sera dopo il calcetto son partiti i discorsi seri, seduti intorno ad un tavolo con una pizza fumante davanti. Come sempre succede quando si affrontano argomenti di un certo peso, è venuto fuori il tema “cinema”. La scottante domanda della serata, a cui non abbiamo saputo dare risposta immediata a causa di nostre carenze biografiche, è stata la seguente: “quanti e quali film è riuscito a vedere nella sua vita Walt Disney?”. L’argomento, apparentemente di scarsa utilità, nascondeva un profondo significato recondito. L’interesse principale era sapere se il povero Walt fosse morto felice, avendo assaporato la gloria di pellicole più che dignitose che hanno fatto sognare migliaia di bambini in tutto il mondo, oppure se avesse ahilui fatto in tempo a vedere il declino di tutto ciò che aveva creato. È infatti ben noto che i film Disney da una quindicina d’anni ad oggi abbiano preso una piega in controtendenza con le produzioni buoniste e caserecce dei primi lavori. Il digitale poi ha ucciso per sempre il trionfo della matita e del cartone classico, eliminando non solo le vecchie tecniche ma addirittura i vecchi cliché, primo fra tutti le canzoni nei film. Insomma, zio Walt ha visto tutto questo oppure se n’è andato beato in paradiso prima che gli venisse l’acidità di stomaco?
Erroneamente abbiamo pensato che Disney fosse morto recentemente, intorno agli anni ’80. Oggi ho fatto una veloce ricerca su Wikipedia che invece mi ha sorpreso: è morto addirittura nel ’66. Il che implica, se scorriamo la filmografia dei lavori prodotti dalla sua casa di produzione omonima, che Walt Disney vide come ultimo film “La spada nella roccia” (anche se pare fosse già in lavorazione “Il libro della giungla”, l’ultima opora approvata personalmente da lui). Si è perso quindi qualche bel cartone come “Bianca e Bernie” o “Robin Hood”, e tutti quelli recenti da “La sirenetta” in poi. Nulla di male, se consideriamo che dopo “Il re leone”, l’ultimo film che considero grandioso per la sua maestosità e la qualità realizzativa (oltre che per un’ottima storia, seppure le malelingue dicono sia stata copiata da un originale cinese), tutto quello che è seguito non ha fatto che separare sempre più il Disney vecchio dal Disney nuovo.
Appagata questa curiosità, c’è anche da dire che la serata è proseguita ancora più seri(os)amente, visto che poi si è parlato addirittura di grandi matematici francesi, di aritmetica ed operazioni elementari imparate a scuola. A tal proposito ho sostenuto che uno dei matematici più affascinanti, non fosse altro per la sua vita brevissima (morì a 21 anni) ma assolutamente appassionante, fu Evariste Galois. Giuro, leggete la sua storia e ve ne innamorerete, anche se della matematica non ve ne frega nulla. A parte ciò, è sorto anche un problema esistenziale: per esempio, voi le sapete fare ancora le divisioni in colonna? Cioè, perchè somme e sottrazioni le sa fare benissimo anche il salumiere sotto casa mia, ma le divisioni proprio non se le ricorda nessuno?

Tags: , , , , , ,

Annunci

Responses

  1. Che vita quella del povero Evariste! Breve e senza gloria…
    Tornando a Walt Disney: non posso certo dissentire dal tuo parere. Non c’è paragone tra i cartoni di una volta, quelli con cui siamo cresciuti noi, e quelli con cui crescono adesso i bambini! I cartoni della Pixar snaturano l’essenza stessa del cartone animato… ma credo sia inutile sperare in un ritorno al vecchio. Vero? :°(
    un abbraccio
    Ady

  2. concordo….come adoro “la spada nella roccia” o “robin hood” creati dalla buon vecchia matita! sono tra i miei preferiti e non mi stancherei mai di vederli. ma purtroppo non torneranno mai +!

    E NOTIZIA!!! Le divisioni sono ancora in grado di farle !! ahah baci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: