Pubblicato da: Andrea | 24 maggio 2007

Qualcuno chiuda il buco dell’ozono

Caldo, caldo, caldo. Troppo caldo.
Massacrante, soffocante.
Insopportabile.
Caldo che toglie il fiato, caldo che ti butta a terra. Caldo che ti fa venir voglia di un bagno in piscina. Caldo che ti concede solo un bagno di sudore.

Caldo atroce.

Negli ultimi tre giorni il mio termometro dell’auto ha segnato 32 gradi di media.
Oggi ho mangiato un ghiacciolo all’arancia. Erano anni che non mangiavo un ghiacciolo all’arancia. Il limone era finito, maledizione: il limone finisce sempre.
Camminare sotto il sole è faticoso, andare in palestra è faticoso, seguire le lezioni in università è faticoso, studiare al pomeriggio è faticoso. Persino dormire la notte è faticoso.

Dio benedica i condizionatori. Peccato solo che più condizionatori = più inquinamento; più inquinamento = più effetto serra; più effetto serra = più caldo.
È il solito, maledetto, circolo vizioso.
Eh ma non si può mica morire di caldo!
Ai nostri figli lasceremo in eredità un mondo in cui in ogni punto è equatore, però per adesso ci va bene così: mors tua, vita mea. È la legge della sopravvivenza e del benessere, baby!

…E poi domenica voglio andare al parco. Voglio prendere un po’ di sole. Voglio abbronzarmi, raggiungere quell’aspetto brunetto da gita al lago che fa tanto sexy. E poi mi vestirò da barca a vela, polo chiara su pantalone di lino e scarpe di tela American Eagle. Un mese fa ne ho comprato un paio a 5 euro. Le vendevano a quel prezzo perchè erano un fondo di magazzino. Non ne avevo bisogno, però a 5 euro cazzo non potevo dire di no! E poi le scarpe di tela tornano di moda; tutto torna di moda. Circolo vizioso, do you remember?
Insomma domenica parco, non fosse che il meteo dà pioggia in arrivo. Giustappunto: piove sempre sul bagnato; o per la precisione piove sempre sui miei programmi. Così è la vita.

Ah, ho cambiato gli occhiali ieri. Suppongo sia periodo di cambiamenti. Ho comprato una montatura che definirei solida, di quelle in plastica trasparente che le noti per la loro particolarità. Gli occhiali di prima erano un po’ anonimi, e mi avevano stancato. Forse perdere diottrie a volte è un bene, se non altro ti spinge a modificare il tuo aspetto. Vabbè comunque questi nuovi occhiali mi piacciono abbastanza, mi fanno pure un po’ intellettuale. Il che non guasta.

Nel frattempo si è alzata una bella arietta, stasera. Magari si potrà riposare in pace senza rotolarsi nel letto.

Annunci

Responses

  1. caldo caldo caldo, io adoro il caldo… anche se a volte è esagerato, soprattutto per questo periodo dell’anno… ma godiamocelo questo caldo, io di mio sono stata fortunata che x 3 gg ho avuto sole a tutto andare, e x le strade di Roma camminare sotto il sole concente non è stato proprio facile, tanto che sono riuscita a pranzare con solo un gelato al limone x dissetarmi…il che non guasta visto che l’inverno ha fatto mettere su troppa massa :-p
    ma si goditi questo caldo, mal che vada ti butti in vasca da bagno piena di acqua fredda a studiare..eh si, piove sui programmi… chiamano acqua questo fine week… io lavorerò purtroppo, sperando che ci sia il sole quando invece sarò a casa… e appena avrò un gg libero e ci sarà bello da mozzare il fiato viaaa gita a “la quiete” in zona garda!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: