Pubblicato da: Andrea | 29 marzo 2007

A tutti coloro che dicono qualcosa

Voi che scrivete,
Voi che suonate,
Voi che parlate:
siate scrittori,
siate musicisti,
siate oratori.
Siate gli artisti
del senso comune,
cogliete dell'universo
ogni rara bellezza,
e urlatela, forte,
urlatela al mondo,
così che diventi
patrimonio comune.

Non abbiate paura
di esser presi per folli,
di esser derisi, maltrattati,
umiliati,
perché per ogni persona
che Vi farà questo screzio
ce ne saranno migliaia
che ameranno il Vostro lavoro,
capiranno le Vostre parole,
grideranno per Voi, Vi inciteranno:
e chiederanno che scriviate ancora,
che suoniate ancora,
che parliate ancora.

Voi che usate l'ingegno,
non usatelo solo per Voi stessi
ma donatelo alla gente di strada,
tramandategli il Vostro sapere.
Insegnategli ciò che non sa,
date agli altri i Vostri strumenti,
fate in modo che li possano usare.

Così Voi sarete ricordati per sempre,
perché mentre l'uomo lentamente scompare,
la sua Opera viaggia intatta nei Secoli,
di padre in figlio, e poi di nuovo in padre,
e poi, ancora, in figlio:
e nel suo viaggio diventa infinita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: