Pubblicato da: Andrea | 5 gennaio 2007

Silenziose onde


Silenziose onde
portate dal vento,
provengono da porti lontani,
si infrangono su rive straniere:
è in loro che nuota il mio sogno.

Ed è scroscio e tempesta,
e tumulto, e fervore,
ed eterno ritorno,
poi è pace, improvvisa
e silenzio, di nuovo.

Annunci

Responses

  1. La tua poesia è splendidamente ritmata da quelle virgole, specialmente nella seconda strofa… mi sembra di vederci delle scogliere imbiancate dai flutti, stanche ma sempre assetate di acqua salmastra, perché quello è il loro ruolo eterno.
    Bravo!

  2. Era proprio l’effetto che volevo creare, e sono felice che alla fine sia visibile a chi legge.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: